Che relazione c’è tra la Mediazione Familiare e le Costellazioni Familiari?

Due persone che si separano provocano una lacerazione tra due mondi che stavano cercando di creare unità. Sono le storie di due sistemi familiari che hanno iniziato un processo d’integrazione che è fallito. Il processo avviato però non permette al sistema di ritornare nella posizione originale, nulla sarà più come prima perché le dinamiche interne dei membri che si erano adattate devono inevitabilmente trovare un nuovo equilibrio.
Sappiamo bene che separarsi è doloroso sia per chi lo decide sia per chi lo subisce, o per entrambi nel caso sia una decisione condivisa. La domanda del “che cosa non ha funzionato” risuona dentro a lungo e fino a quando non trova una risposta di senso le persone non si separano realmente, o non arrivano a quello che si definisce il divorzio psichico. Molti restano nel divorzio emozionale, alcuni si fermano a quello legale.
Ma come si fa ad arrivare al divorzio psichico, quello realmente liberante?
Un passaggio importante è quello di comprendere quali sono i modelli interiorizzati dalla vita nella nostra famiglia di origine, in poche parole: in quanto figli quale relazione abbiamo introiettato? In quanto nipoti? Quale qualità relazionale ho vissuto fin dal concepimento?
Si perché gli effetti di una separazione chiamano in causa il legame tra le generazioni, la capacità di elaborazione delle perdite, la tollerabilità del dolore e degli eventi traumatici.
Facciamo un esempio concreto. Tra le cause principali che conducono alla separazione possiamo indicare: la fedeltà, la casa, la gestione del denaro, il rapporto con i figli. Sono anche gli argomenti che impediscono gli accordi della coppia separata e quelli su cui si confligge maggiormente impedendo alla coppia genitoriale di ritrovarsi negli aspetti educativi e relazionali per il bene dei figli.
Il significato che abbiamo della “fedeltà”, della “casa”, del “denaro”, e del rapporto con “i figli” derivano dai modelli familiari di riferimento, ne sono la diretta conseguenza ed è proprio sulla differenza di significato e tipologia di modello che non si riesce a ristabilire nessun tipo di relazione con l’altro.
Si deve mettere la persona nella possibilità di comprendere il proprio linguaggio simbolico riferito al modello interiorizzato che potrebbe essere diverso da quello del partner. La consapevolezza e l’accoglienza di questa diversità può ristabilire una comunicazione non conflittuale tra i due.
Con il metodo delle Costellazioni Familiari tutto questo diventa “visibile” tramite il lavoro di gruppo mettendo la persona nella condizione di crescere proprio nella consapevolezza dell’influenza che ciò che, suo malgrado, ha interiorizzato ha avuto sul passato e rischia di avere sul presente della propria esistenza.
“Vedere”, “sentire” e “toccare” ci mette nella condizione di cambiare sguardo. Dona la capacità di sciogliere i legami in profondità sanando la qualità delle relazioni con se stessi e con gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...