Seminario di Costellazioni Familiari: di cosa si tratta?

Il Seminario è un momento di studio o di approfondimento fatto con un piccolo gruppo di persone. Un Seminario di Costellazioni Familiari è un incontro di gruppo in cui alcuni partecipanti, in accordo con l’operatore di Costellazioni, decidono di affrontare una loro problematica.

Descrivere cosa avviene non è facile. Tengo a precisare che non c’è nulla di magico e le persone che decidono di affrontare un tema preciso possono scegliere di non svelare apertamente al gruppo di cosa si tratta.

La teoria scientifica su cui si appoggia il metodo delle Costellazioni fonda le sue radici negli studi di Rupert Sheldrake, un biologo e saggista britannico che ha elaborato la teoria dei campi morfogenetici o campi morfici.

Il suo studio parte dall’osservazione del movimento delle cellule. La domanda che muove il biologo è come mai cellule dello stesso DNA si muovono e sanno esattamente dove devono andare e cosa devono formare? Inizia cioè a porsi l’enigma della forma e dell’organizzazione delle cellule. Morfogenesi significa infatti “studio dell’origine della forma” (morphé = forma, genesis=origine).

Sheldrake individua la presenza di una forza invisibile presente nel sistema ma non identificata con uno dei suoi componenti, bensì con il sistema stesso. Questi campi hanno una storia e grazie ad un processo chiamato risonanza morfica, hanno in sé una memoria.

“Un campo cristallino organizza i modi secondo cui molecole e atomi si ordinano all’interno di un cristallo[…] un campo sociale organizza e coordina il comportamento degli individui che lo compongono, per esempio il modo in cui ciascun uccello vola all’interno di uno stormo” (R. Sheldrake, 1999)

Il campo morfico è quindi un campo di informazione, un campo di coscienza che contiene tutte le informazioni relative ad una determinata specie. E’ un campo quantico a cui tutti sono collegati e con il quale tutti entrano in relazione (risonanza morfica), è una sorta di coscienza collettiva, un’unica coscienza fatta dalla coscienza di tutti gli individui.

Questa teoria trova una grande assonanza con la teoria dell’inconscio collettivo di Carl Gustav Jung.

Per concludere, ciò che avviene in una Costellazione Familiare è la rappresentazione di un sistema in cui ogni membro che ne  entra a far parte entra nella risonanza morfica, nel campo cosciente , quindi nella memoria del sistema rappresentato rendendo visibile la dinamiche delle relazioni delle persone messi in campo. Scopo e finalità è quella di mettere ordine, riequilibrare ciò che ha creato disequilibrio, trasformare per guarire il sistema stesso.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...